Nell’estate 2020 Borgofuturo ha lanciato un percorso participato per la costruzione dal basso di una prospettiva condivisa per la vallata del Fiastra.

“Un progetto locale condiviso, sostenibile, innovativo”.

All’interno del festival, le comunità della Val di Fiastra iniziano una progettazione condivisa in cui i temi della sostenibilità e della qualità della vita vengono affrontati in maniera partecipata.

I. I primi passi

Primavera 2020
Primo incontro con i Comuni di Ripe San Ginesio, Colmurano,
Urbisaglia e Loro Piceno e definizione di una serie di temi di
rilevanza locale.

> Definizione dei quattro vettori
di rigenerazione

II. Ascolto territoriale

Estate 2020
All’interno del festival BF+, i Tavoli Territoriali ospitano discussioni
su idee, criticità e proposte relative ai vettori di rigenerazione
individuati.

> Restituzione pubblica al festival

III. Linee progettuali

Inverno 2020/2021
Si aggiungono i comuni di Sant’Angelo in Pontano e San Ginesio.
Gli output dei tavoli vengono sintetizzati in una serie di
linee progettuali.

> Pubblicazione Quodlibet

IV. Co-progettazione

Estate 2021
Una nuova sessione di tavoli discute le progettualità in applicazione.

> Progetti applicativi per la
Val di Fiastra

Il progetto locale Borgofuturo+ è il frutto dell’azione coordinata tra l’Associazione Borgofuturo, le amministrazioni della Val di Fiastra e i tanti professionisti e appassionati che hanno partecipato ai tavoli territoriali nelle estati 2020-2021

 

Il confronto con le comunità ha prodotto una serie di proposte di azione che possono indirizzare un processo di rigenerazione sostenibile e condiviso, in linea con gli obiettivi della Strategia Nazionale Aree Interne e del Recovery Plan.