Stefano Liberti e Domenico Perrotta : Industria alimentare e cambiamenti climatici

Stefano Liberti è Giornalista e filmmaker, pubblica da anni reportage di politica internazionale su testate italiane e straniere, come Le Monde diplomatique, El Pais, Internazionale e Al Jazeera. Nella sua carriera da giornalista ha già ricevuto molteplici riconoscimenti, come il premio Indro Montanelli, il premio Marco Luchetta e il premio Guido Carletti per il giornalismo sociale. Il suo libro Land Grabbing. Comeilmercatodelle terre crea il nuovo colonialismo (2011) è stato tradotto in dieci paesi. Il suo ultimo libro è I signori del cibo. Viaggio nell’industria alimentare che sta distrug- gendo il pianeta (2016). Come regista, ha lavorato per Rai 3 e diretto diversi documentari, nel suo ultimo film, Soyalism (2018, con Enrico Parenti), descrive il sistema industriale di allevamento suino e di produzione di soia che mette in crisi la piccola agricoltura locale.

 

Mimmo Perrotta è docente di sociologia della globalizzazio- ne e dell’organizzazione all’Università di Bergamo. Tra le sue pubblicazioni evidenziamo Sulla Pelle viva (2012). Nardò. La lotta autorganizzata dei braccianti agricoli, (con G.Nigro, Sacchetto, Y. Sagnet) un libro che dà conto del primo sciopero autorganizzato dei lavoratori stranieri della terra, contro un sistema di sfruttamento basato sul caporalato, e il volume Vite in cantiere. Migrazione e lavoro dei rumeni in Italia. Il suo intervento sarà mirato a far luce entro le maglie dell’industria alimentare, analizzando gli effetti sulla vita e sulle condizioni di lavoro prodotti dal mercato della grande distribuzione organizzata.

Dettagli evento

  • Domenica 7 Luglio
    Ore 16.00
    Spazio incontri 

Like us on Facebook