Ascanio Celestini

Regista, attore e autore, da oltre vent’anni Ascanio Celestini è una delle voci più note del teatro italiano.

Nel 2002 il premio Ubu premia la sua «capacità di cantare attraverso la cronaca la storia di oggi come mito e viceversa». È considerato uno dei massimi rappresentanti del teatro di narrazione italiano, con spettacoli caratterizzati da scenografie e movimenti di scena essenziali, che nascono da un lungo e approfondito lavoro di documentazione.

A Borgofuturo porta “Storie e controstorie”, il suo format più libero e anarchico, adattato ad hoc sul festival. È un sistema di microstorie che iniziano e finiscono in pochi minuti, una specie di concept album dove canzoni diverse raccontano un unico luogo. Qualcuna proviene dalla tradizione popolare, ma tutte hanno in comune l’improvvisazione. Al centro, una convinzione: “quanto sono deboli i fatti! Una parola rimane, un fatto passa! Di un fatto può essere autore anche un cane, ma una parola può essere pronunciata soltanto da un uomo”.

Dettagli evento

  • Domenica 7 Luglio
    Ore 21.30
    In piazza 

Like us on Facebook